Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Da Anima persa a Fantasma d’amore, la felice parentesi di Dino Risi

di Ciro Borrelli
Tra l’elenco dei film dimenticati o meglio sconosciuti ai non addetti ai lavori, annoveriamo Anima persa di Dino Risi del 1977, tratto dal romanzo Un’anima persa di Giovanni Arpino. La storia si svolge interamente nella città di Venezia dove Tino (Danilo Mattei), un giovane aspirante artista, abbandona la provincia per trasferirsi nel capoluogo veneto dove desidera frequentare la scuola di pittura. Alloggerà presso gli zii Fabio (Vittorio Gassman), un prestigioso ingegnere, integerrimo e ligio al dovere, quasi mai presente in casa perché assorbito dai numerosi impegni legati alla sua carica, ed Elisa Stolz (Catherine Deneuve), una donna ancora molto bella ma esile, fragile, dalla salute cagionevole, afflitta continuamente da fastidiosissime emicranie, in un antico palazzo ubicato su un canale. Davvero ben curata la fotografia (di Tonino Delli Colli) che illumina di una luce romantica una Venezia quasi sospesa nel tempo; la città lagunare ben si presta a fare da cornice…

Ultimi post

Giovani mariti, sessanta anni portati bene…

LORO 1/2 di Paolo Sorrentino